Monthly Archives: November 2012

Nasce “Pozzuoli. Bene Comune”. Al centro la città e i cittadini per lo sviluppo e il futuro

Share
Gruppo Consiliare - Pozzuoli Bene Comune

Gruppo Consiliare – Pozzuoli Bene Comune

Oggi, noi del Gruppo Consiliare “Bene Comune – Figliolia Sindaco” abbiamo tracciato un progetto volto al progresso della nostra Città.

La campagna elettorale va considerata ormai terminata e l’attuale Amministrazione, nonostante un’eredità disastrosa, in pochi mesi ha intrapreso un ottimo lavoro, i cui primi frutti sono già abbastanza evidenti.

Ma a noi non basta e, pur riconoscendoci nelle linee programmatiche presentate in campagna elettorale e pur difendendo l’integrità e la coerenza e i comuni obiettivi dell’Amministrazione e confermando l’appartenenza alla Maggioranza Consiliare dichiarando il pieno sostegno e fiducia al Sindaco Figliolia, crediamo sia giunto il momento di un’azione più decisa che si concentri sulle donne, sui giovani, sul lavoro e sui progetti per costruire un futuro certo e una città migliore.  Ciò può essere fatto mettendo in discussione le vecchie logiche e le visioni ormai logore di un vecchio modo di agire sul territorio, Ciò può essere fatto con l’innovazione delle idee e il ribaltamento dei vecchi paradigmi ponendo l’accento sul cambiamento delle metodologie.

Pertanto crediamo sia necessario marcare ancora di più queste nostre convinzioni e sciogliamo il Gruppo Consiliare “Bene Comune – Figliolia Sindaco” e creiamo il Gruppo Consiliare autonomo denominato “Pozzuoli. Bene Comune”. Siamo certi che questo rispecchi il segnale forte e deciso del nostro impegno sul territorio. Il nostro lavoro non sarà semplice e nemmeno scontato, abbiamo di fronte problemi enormi da affrontare ma siamo convinti di poter operare bene per il bene comune e possiamo fare in modo che la buona politica possa sempre più affiancarsi ad una riscossa civica.

Un traguardo che raggiungeremo insieme, tra la gente e con la gente, nelle scuole e nelle imprese.

Share

Piccole penne crescono. Stupidità tra AdSense e click. Quando non si sa cosa e come scrivere

Share

E pensare che hanno anche copiato il tweet. Quando si dice malafede. Perché di malafede si tratta quando si scrive: “…accusandolo di inesperienza e di mancata umiltà…” bisogna anche rendere evidenti le proprie affermazioni.

Nulla di tutto ciò è stato scritto da me quindi ciò che viene pubblicato è ancora una volta falso e privo di fondamento. Un consiglio letto come un mal di pancia è davvero un brutto sintomo, ma per chi scrive, ed è un chiaro segno di malessere. Ma possiamo capire che per il collaboratore di Cronaca Flegrea, signor Alessio Gambardella, riempire un pezzo non deve essere facile e tra l’occhiello, l’immagine del mio tweet e un blocco di frasi ecco che ha giustificato una pagina. Ma purtroppo senza verifiche, conferme e tutto quanto è nella lista delle buone pratiche di un giornalista.

Ma a proposito di giornalisti, a pagina 24 dell’Albo Professionale 2012 dell’Ordine dei Giornalisti della Campania dopo Gambalonga Giancarlo c’è Gambatesa Giancarlo, ma che strano, dov’è Gambardella? ma forse il signor Gambardella è un pubblicista e allora si va a pagina 143 della stessa pubblicazione e dopo Gambale Assunta troviamo Gambardella Andrea. Ma forse il signor Gambardella Alessio non è un giornalista campano e allora consultando l’elenco dei giornalisti, professionisti e pubblicisti, dell’intero Stivale non vi è traccia di chi firma questo pezzo. Ahi ahi ahi…

Allora tutto è chiaro, Cronaca Flegrea lascia che sulle sue pagine “piccole penne crescano“. Dunque questo signore non sa come si scrive un pezzo, non conosce le procedure e le convenzioni e non sa nemmeno cosa succede in un congresso politico. Possiamo quindi perdonare le sviste e le inesattezze di questo signore che per vedere il suo nome in calce ad una pagina, scusateci ci risulta difficile chiamarlo articolo perché abbiamo stima dei veri giornalisti, scrive qualsiasi cosa e soprattutto scrive con un solo obiettivo: far cassa, ma non possiamo perdonare la malafede, la distorsione della realtà e le offese.

Per la cronaca, quella vera però, va detto che con Mariano c’è completa sintonia e convergenze di vedute e che Nicola Della Corte e il Gruppo Bene Comune plaudono alla nomina del segretario Mariano Amirante e gli rinnovano gli auguri e la stima.

Ma vi rendete conto che questo atteggiamento fa male alla gente, alla Politica (non a caso scritta con la maiuscola) e non serve a nulla?

Bei tempi quando sui giornali scrivevano giornalisti veri… E con questo CF ha realizzato un pò di click per AdSense e fatto un pò di soldini con gli eyeball con buona pace di Google e dell’editore.

Che s’adda fà pè campà…

Share