Tag Archives: Campania

Primarie e grande campagna di comunicazione. Si inizi da subito informando a 360°

Share

Io sono per le primarie aperte, primarie che spianino la strada al futuro della Campania. Con Caldoro questa regione ha vissuto i periodi più bui della sua storia. Le primarie sono una dimostrazione chiara che il Partito Democratico e i suoi elettori sono pronti alla sfida e sono pronti ad assumersi la responsabilità di governare e di sostenere il rilancio della regione che la Commissione europea colloca all’ultimo posto nell’Unione per indice di qualità dell’azione istituzionale delle sue amministrazioni.

Il dato di fatto è che l’Europa non si fida più della Campania e il rischio concreto che blocchi o ridimensioni tutto il nostro programma di fondi strutturali 2014-2020, facendo perdere investimenti di vitale importanza per lo sviluppo, è concreto ed è una scure ce può abbattersi su di noi da un momento all’altro.

Questo è il centrodestra in Campania e noi dobbiamo e possiamo mettere in atto un processo irreversibile di rilancio. Alla base di tutto ciò ci sono le primarie del Partito Democratico. Grazie ad esse i cittadini conosceranno i programmi dei candidati, grazie ad esse saranno in grado di capire la vision di chi si propone di guidare la Campania e potranno immaginare quale futuro ci aspetta. Ma le primarie devono essere aperte, devono essere competitive non certo un esame introspettivo. Ci vuole coraggio per scegliere chi sarà alla guida del nostro futuro e io sono convinto che noi del Partito Democratico insieme a tutti gli elettori questo coraggio lo abbiamo.

Si dia dunque inizio ad una grande campagna di comunicazione e trasparenza, che i vertici del PD si prodighino per informare e per facilitare a tutti i livelli confronti, discussioni, incontri e contraddittori.
Oggi la comunicazione è tutto e se vogliamo parlare di Primarie aperte dobbiamo dare a tutti la possibilità di proporre così come dobbiamo dare a tutti ampie, anzi vaste, possibilità di informarsi al fine di decidere.
Tutti al lavoro dunque, il rilancio, la ripresa e il futuro sono davvero nelle nostre mani ora.
Share

Piccole penne crescono. Stupidità tra AdSense e click. Quando non si sa cosa e come scrivere

Share

E pensare che hanno anche copiato il tweet. Quando si dice malafede. Perché di malafede si tratta quando si scrive: “…accusandolo di inesperienza e di mancata umiltà…” bisogna anche rendere evidenti le proprie affermazioni.

Nulla di tutto ciò è stato scritto da me quindi ciò che viene pubblicato è ancora una volta falso e privo di fondamento. Un consiglio letto come un mal di pancia è davvero un brutto sintomo, ma per chi scrive, ed è un chiaro segno di malessere. Ma possiamo capire che per il collaboratore di Cronaca Flegrea, signor Alessio Gambardella, riempire un pezzo non deve essere facile e tra l’occhiello, l’immagine del mio tweet e un blocco di frasi ecco che ha giustificato una pagina. Ma purtroppo senza verifiche, conferme e tutto quanto è nella lista delle buone pratiche di un giornalista.

Ma a proposito di giornalisti, a pagina 24 dell’Albo Professionale 2012 dell’Ordine dei Giornalisti della Campania dopo Gambalonga Giancarlo c’è Gambatesa Giancarlo, ma che strano, dov’è Gambardella? ma forse il signor Gambardella è un pubblicista e allora si va a pagina 143 della stessa pubblicazione e dopo Gambale Assunta troviamo Gambardella Andrea. Ma forse il signor Gambardella Alessio non è un giornalista campano e allora consultando l’elenco dei giornalisti, professionisti e pubblicisti, dell’intero Stivale non vi è traccia di chi firma questo pezzo. Ahi ahi ahi…

Allora tutto è chiaro, Cronaca Flegrea lascia che sulle sue pagine “piccole penne crescano“. Dunque questo signore non sa come si scrive un pezzo, non conosce le procedure e le convenzioni e non sa nemmeno cosa succede in un congresso politico. Possiamo quindi perdonare le sviste e le inesattezze di questo signore che per vedere il suo nome in calce ad una pagina, scusateci ci risulta difficile chiamarlo articolo perché abbiamo stima dei veri giornalisti, scrive qualsiasi cosa e soprattutto scrive con un solo obiettivo: far cassa, ma non possiamo perdonare la malafede, la distorsione della realtà e le offese.

Per la cronaca, quella vera però, va detto che con Mariano c’è completa sintonia e convergenze di vedute e che Nicola Della Corte e il Gruppo Bene Comune plaudono alla nomina del segretario Mariano Amirante e gli rinnovano gli auguri e la stima.

Ma vi rendete conto che questo atteggiamento fa male alla gente, alla Politica (non a caso scritta con la maiuscola) e non serve a nulla?

Bei tempi quando sui giornali scrivevano giornalisti veri… E con questo CF ha realizzato un pò di click per AdSense e fatto un pò di soldini con gli eyeball con buona pace di Google e dell’editore.

Che s’adda fà pè campà…

Share