Tag Archives: etica politica

Elezioni a Pozzuoli. Se davvero amate la città allora basta con le affissioni selvagge

Share

Con le elezioni amministrative arriva l’invasione dei manifesti eletorali abusivi che imbrattano la nostra città.

Cari candidati al comune, ma siete proprio sicuri di amare questa cittadina? Siete proprio sicuri di volere un luogo migliore dove vivere e far vivere bambini e anziani? E allora perché imbrattate Pozzuoli con manifesti abusivi? Perché sporcarla affiggendo i vostri slogan e le vostre facce sui muri, su panchine e addirittura accanto a reperti archeologici?

E’ arrivato il tempo che anche la politica locale cambi il proprio atteggiamento, che sia chiara ed esplicita, che non abbia paura di dire cose ‘sconvenienti’ ai più e che si faccia carico in maniera convinta che l’impegno ecologico per Pozzuoli non è fatto da tante parole e promesse ma da fatti.

I miei manifesti vengono affissi SOLO nei luoghi preposti dal Comune, ma non basta, i miei manifesti sono TUTTI in carta riciclata.

Va detto che il commissario non ha concesso spazi sufficienti per le affissioni e che non è stato predisposto un piano adeguato ma ciò non giustifica certi atteggiamenti di totale imbarbarimento.

I contenuti ambientalisti sono una parte importantissima del mio impegno per la città e sono radicati nella coscienza di chi con me vuole renderla migliore. Questo vuole la gente perbene, questo vogliono i giovani sani di Pozzuoli.

Quanto costa rimuovere questa spazzatura illegale e incivile?

Fate un esercizio, andate in giro per Pozzuoli e individuate i manifesti affissi per strada e riflettete su chi si candida ponendovi questa domanda: “Ma è giusto che io voti chi dice che vuole lavorare per la mia città e inizia a sporcarla ancor prima di essere eletto?“.

L’etica è importante, basta con le favole e i grandi progetti irrealizzabili.

Iniziamo a pensare anche alle piccole cose che fanno una grande differenza. Concentriamoci sulle necessità quotidiane. La pulizia della nostra città è una necessità vitale sia in termini economici ma soprattutto in termini culturali e sociali.

Non vi piace quel che vedete? Mandatemi una foto, la pubblicheremo qui o su Facebook.

Share