Tag Archives: primarie

Primarie e grande campagna di comunicazione. Si inizi da subito informando a 360°

Share

Io sono per le primarie aperte, primarie che spianino la strada al futuro della Campania. Con Caldoro questa regione ha vissuto i periodi più bui della sua storia. Le primarie sono una dimostrazione chiara che il Partito Democratico e i suoi elettori sono pronti alla sfida e sono pronti ad assumersi la responsabilità di governare e di sostenere il rilancio della regione che la Commissione europea colloca all’ultimo posto nell’Unione per indice di qualità dell’azione istituzionale delle sue amministrazioni.

Il dato di fatto è che l’Europa non si fida più della Campania e il rischio concreto che blocchi o ridimensioni tutto il nostro programma di fondi strutturali 2014-2020, facendo perdere investimenti di vitale importanza per lo sviluppo, è concreto ed è una scure ce può abbattersi su di noi da un momento all’altro.

Questo è il centrodestra in Campania e noi dobbiamo e possiamo mettere in atto un processo irreversibile di rilancio. Alla base di tutto ciò ci sono le primarie del Partito Democratico. Grazie ad esse i cittadini conosceranno i programmi dei candidati, grazie ad esse saranno in grado di capire la vision di chi si propone di guidare la Campania e potranno immaginare quale futuro ci aspetta. Ma le primarie devono essere aperte, devono essere competitive non certo un esame introspettivo. Ci vuole coraggio per scegliere chi sarà alla guida del nostro futuro e io sono convinto che noi del Partito Democratico insieme a tutti gli elettori questo coraggio lo abbiamo.

Si dia dunque inizio ad una grande campagna di comunicazione e trasparenza, che i vertici del PD si prodighino per informare e per facilitare a tutti i livelli confronti, discussioni, incontri e contraddittori.
Oggi la comunicazione è tutto e se vogliamo parlare di Primarie aperte dobbiamo dare a tutti la possibilità di proporre così come dobbiamo dare a tutti ampie, anzi vaste, possibilità di informarsi al fine di decidere.
Tutti al lavoro dunque, il rilancio, la ripresa e il futuro sono davvero nelle nostre mani ora.
Share