Tag Archives: start up

Apple. Opportunità per Pozzuoli

Share

La proposta della Apple di creare un centro per lo sviluppo di App e altre funzioni per i sistemi iOS è da tenere in profonda considerazione, al di là della concretezza o meno dei 600 posti di lavoro promessi.

Si tratterebbe di portare nell’area metropolitana di Napoli un fattore di Apple-Watchformazione e sviluppo del capitale umano di grande rilievo, che potrebbe portare ad aumento del tasso di successo delle start-up nel corso dei prossimi anni.
E questo ci porta a considerare due cose: la prima è la location per questo polo di formazione e sviluppo, e la seconda sono gli effetti a medio-lungo termine.
Per quanto riguarda la location, ho letto di un possibile insediamento dell’unità operativa nel Comprensorio Olivetti a Pozzuoli.
Apple- Il Comune di Pozzuoli proponga la struttura abbandonata del centro commerciale a Monteruscello, 12mila metri quadri che potrebbero diventare nel tempo una sorta di laboratorio ed incubatore per start-up e spin-off per gli stessi ricercatori.

Portare l’investimento della Apple sul territorio flegreo significherebbe – nella migliore delle ipotesi – trasformare la nostra area in un volano per lo sviluppo dell’hi-tech in campania (integrandosi idealmente con gli stabilimenti Alenia già presenti), oltre che fornire un gran numero di posti di lavoro nell’indotto. In altri termini, rivalutare Monteruscello e tutta l’area interna.

Per quanto riguarda gli effetti a medio-lungo termine, un investimento di lungo periodo della Apple favorirà lo sviluppo di infrastrutture di supporto – come l’aumento della banda internet nell’area flegrea e più in generale della Città Metropolitana – e delle infrastrutture tradizionali, come trasporti e simili. Ma per fare ciò, è necessario che ci sia una buona sinergia con la Regione Campania – ente di governo e coordinamento dei progetti regionali – affinché siano create le condizioni per lo sviluppo di imprese innovative sul nostro territorio, adesso con l’aiuto della Apple, un domani con le forze dei nostri giovani.

Share

Eurodesk Pozzuoli a Riccione. Continuiamo ad investire sui giovani e sul futuro di Pozzuoli

Share
Seminario Eurodesk Italia. Eurodesk Pozzuoli a Riccione

Seminario Eurodesk Italia. Eurodesk Pozzuoli a Riccione

I ragazzi di Eurodesk Pozzuoli sono a Riccione per partecipare al seminario di aggiornamento annuale della rete Eurodesk Italia, una grande occasione per incontrarsi con altre realtà e migliorare le competenze offerte dal nostro sportello.

Il seminario di quest’anno è particolarmente interessante in quanto verte sulle possibilità offerte dal programma Erasmus+ e sulla mobilità per la formazione di giovani e adulti, un’argomento di grande interesse per noi campani – siamo pur sempre la Regione “più giovane d’Italia”!

Per chi non lo sapesse, il programma Erasmus+ è diretto principalmente alle scuole e alle università con lo scopo di favorire la formazione degli studenti in chiave europea, favorendo progetti di scambio culturale e incentivando la diffusione delle buone prassi su scala comunitaria.

Seminario Eurodesk Italia. Eurodesk Pozzuoli a Riccione

Seminario Eurodesk Italia. Eurodesk Pozzuoli a Riccione

Approfondire le questioni della mobilità giovanile consentirà al nostro sportello di aiutare in modo ancor più concreto tutte quelle realtà, puteolane e non solo, che come me ritengono sia prioritario investire nei giovani e nella loro formazione. Giovani formati e con esperienze europee rappresentano un grande valore aggiunto per la nostra terra, delle vere e proprie start up in potenza, cui dobbiamo solo fornire mezzi e fiducia, come ho fatto io facendomi promotore della creazione dello sportello Eurodesk.

Eurodesk Pozzuoli a Riccione al Seminario di Eurodesk Italia

Eurodesk Pozzuoli a Riccione al Seminario di Eurodesk Italia

Io credo in questi giovani, sono convinto che la gioventù puteolana sia una risorsa preziosa e ho deciso da tempo di investire su di loro facendomi carico personalmente di tutte le spese che vanno sostenute per partecipare a questo seminario.

Vorrei quindi cogliere l’occasione per invitare tutti ad abbandonare atteggiamenti disfattisti e iniziare a fare sul serio (e questo vale anche per alcuni ragazzi che paradossalmente non credono sia possibile un futuro migliore), investendo nei nostri ragazzi e interessandosi alle molteplici possibilità offerte dall’Unione europea in questo campo – lo sportello Eurodesk è a vostra disposizione!

Share