Tag Archives: Twitter

La domanda vera è: “Vogliamo a Pozzuoli una rete Wi-Fi pubblica e gratuita?”

Share

Leggo che il collega consigliere Vincenzo Daniele mi pone delle domande attraverso un blog e rispondo con estremo entusiasmo.

Per soddisfare la tua curiosità, caro collega, basta formulare le domande giuste alle persone giuste. Le vere domande vanno infatti rivolte all’Amministrazione tutta, dirigenti e funzionari compresi, e richiedono una risposta di una sola sillaba: “Volete una Wi-Fi pubblica e gratuita?” e ancora: “Pensate che la Wi-Fi cittadina sia un volano di sviluppo per la Città e va sostenuta non solo nel  bilancio attuale ma anche e soprattutto in quelli futuri?“. Queste sono le domande e come vedi, caro Vincenzo Daniele, la risposta può essere solo un ‘sì’ o un ‘no’.

Caro collega non devi per forza seguire le mie vicende ma è ovvio che dovresti informarti prima di chiedere ospitalità in un blog. Se ti fossi informato, infatti, avresti visto che io da due anni vado in giro a mie spese, e sottolineo a mie spese, per l’Italia con la delega del nostro Sindaco per partecipare a convegni e a forum sulla Smart City.

A esempio, sono stato ospitato nella sede di ANCI a Roma dal prof. Francesco Profumo, che ha ricoperto la carica di ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca con delega al Dipartimento per l’innovazione tecnologica (te lo scrivo affinché tu possa ricordare chi sia e con chi ho avuto a che fare) ed attualmente presidente nazionale dell’Osservatorio ANCI Smart City. Inoltre, ho avuto modo di apprezzare e studiare il caso di Vimercate (anche in questo caso ho visitato il segretario generale nella città lombarda), ho preso contatti con aziende di eccellenze nel campo e stilato progetti Smart City con tanto di protocollo.

Se mi avessi seguito su Twitter, fallo pure e diventa mio follower @NikiDellaCorte , avresti visto le mie foto a Milano, a Roma, a Bologna, a Vimercate ecc ecc… Se tu avessi aperto qualche volta il mio profilo Facebook avresti visto commenti e foto e, per finire, se tu ogni tanto visitassi il mio blog avresti modo di leggere e scaricare, oltre alle mie buste paga, tutti i documenti, le interrogazioni, i solleciti e le proposte fatte e protocollate all’amministrazione.

Insomma, caro collega Vincenzo Daniele, la politica la si fa e la si comunica in tanti modi, si lavora per i cittadini secondo le proprie competenze e professionalità non solo scaldando le poltrone delle commissioni consiliari. Se tu e qualche altro collega non siete a conoscenza del mio lavoro, Se non leggete online sui vari media i progetti e i documenti protocollati e dunqe ufficiali, se non “vi risulta” ciò che faccio allora è un vostro problema ma anche una grave pecca, soprattutto se poi ti prendi la libertà di criticare chiedendo ospitalità su un blog che non da luogo ad un contraddittorio. Ciò che ho fatto è stato sempre in nome della delega che mi è stata affidata dal nostro Primo Cittadino al quale ho rendicondato insieme ai dirigenti e funzionari a seconda degli argomenti. Quindi, ancora una volta, caro collega poco informato, non è vero che nessuno sa delle mie idee e proposte.

Per quanto riguarda la tua provocazione in merito alla mia ricerca di visibilità e popolarità, respingo al mittente e ai mittenti queste affermazioni gratuite e di basso tono. E chi ha orecchie per intendere che intenda.

Share

I fatti sono la migliore risposta a chi non mira al bene comune

Share

Oggi sono contento di essere un pò in ritardo. Ebbene sì, mi fa piacere non aver scritto per un bel pò sul mio Blog. La ragione è semplice, sono molte le cose che stiamo facendo per il bene comune, è intenso e complesso il lavoro e l’impegno profuso e ciò mi inorgoglisce e da un senso a ciò che intendo per politica del fare.

Andiamo subito ai FATTI perché sono questi che interessano.

Come molti sapranno sono stato investito della delega all’Innovazione Tecnologica e in tal senso sto tessendo una vera e propria rete di persone competenti ed esperte tanto da formare una vera e propria squadra di lavoro volta ad analizzare, proporre e costruire progetti che prenderanno forma in un futuro prossimo. La priorità, considerate le scarse finanze del Comune, è stata quella di individuare finanziamenti disponibili e che altrimenti sarebbero andati perduti. Ho dunque messo su una squadra di professionisti e di amici esperti e competenti ma soprattutto entusiasti di fornire il proprio contributo e abbiamo convenuto che uno degli obiettivi primari era quello di partecipare ai Fondi Europei per i quali vi è urgenza e per i quali stiamo lavorando facendo a gara con il calendario e in molti casi con l’orologio.

Subito dopo aver ricevuto la delega è partita la mia richiesta di Attivazione di canali e servizi telematici e Posta Elettronica Certificata, la PEC per intenderci, nella Amministrazione del Comune di Pozzuoli e per un processo di organizzazione di flussi di informazione. È questo un processo lungo e complesso che oltre ad avere impatto sulle tecnologie cambierà la cultura all’interno dell’Amministrazione, esaltando le competenze dei dipendenti comunali e migliorando al contempo i servizi al cittadino e alle imprese che operano sul territorio.

I nostri dipendenti sono una risorsa importante e l’introduzione di nuove tecnologie, legate a nuove metodologie, renderà giustizia a quanto essi sono in grado di dare per la Città.

Ho anche elaborato una richiesta di Attivazione di un progetto atto all’adozione di rotatorie e aiuole a carico di privati ed Enti. L’adozione di spazi pubblici incolti in cambio di pubblicità è un modello vincente in numerose realtà nel nostro Paese e al di fuori dei nostri confini. La sponsorizzazione di aree di interesse pubblico può solo far bene alle imprese e ai cittadini che ne beneficiano e che saranno vigili di quanto promesso dalle imprese stesse.

Con alcuni esperti, tra cui una ricercatrice della Cambridge University, stiamo mettendo a punto progetti per lo sviluppo di un piano turistico archeologico che veda coinvolte tecnologie ad impatto ambientale pari a zero.

Mi sono subito attivato inoltre per lavorare a progetti relativi al concetto ‘Smart City‘. Città intelligente significa miglior tasso di vivibilità nella Città, migliori condizioni di lavoro per i dipendenti della nostra Amministrazione, un ampliato ventaglio di servizi offerti al cittadino e alle imprese e notevoli risparmi conseguenti. A tale proposito ho già visitato, a mie spese, alcune città che in Italia sono le eccellenze in tal senso.

Devo inoltre affermare con orgoglio che l’intero gruppo del ‘Bene Comune‘ si trova compatto nel donare ad un fondo il gettone di presenza. A coloro i quali credono che la mia iniziativa, che ha dato corso ad altre simili, sia da monitorare con una buona dose di sospetto va anche detto che non è stato al momento pagato dal Comune alcunché. Il mio atto ha dunque convinto e non forzato altri colleghi a concentrarsi sul bene comune. Sono già in corso comunque contatti con docenti affinché si possano accogliere suggerimenti atti a premiare progetti utili per Pozzuoli.

Dunque, cose fatte e non urlate. Comprendo che la percezione per taluni sia di immobilismo ma molte azioni devono seguire un percorso che neanche io prima di essere eletto credevo essere così lungo. Quindi il tempo è poco e ci sono tantissime cose da fare e sono da farsi in una macchina amministrativa che abbiamo trovato incagliata a causa di anni, questi sì, di immobilismo e che ha notevoli difficoltà a mettersi in moto. Figuriamoci se spreco il mio tempo a replicare a chi disegna teoremi basati su logiche di vecchia politica senza firmarsi e che invito invece ad uscire allo scoperto e a confrontarsi pubblicamente in un sano e costruttivo incontro che mìrino, attento all’accento mio caro cecchino non vorrei ti rimettessi a sparare all’impazzata sol perché hai letto un termine a te familiare, a proposte costruttive e volte al bene comune.

Ma la mia presenza mira alle proposte, alla realizzazione e al controllo che i progetti prendano forma e tutto per il bene comune.

Ancora una volta vi invito a partecipare e a stimolare attività utili alla Città.

A questo punto ho un appello da fare, diretto e chiaro. Per tutti, e ripeto TUTTI, i temi che ho illustrato chiedo il vostro parere, la vostra partecipazione, il vostro intervento.

Per me è importante il vostro contributo, la nuova politica la si costruisce e la si vive insieme pertanto contattatemi via Twitter (@NikiDellaCorte), via Facebook, via e-mail. Insomma scrivetemi e dite la vostra.

Vi aspetto,

Niki

Share

Il nostro tempo è adesso!

Share

Care amiche e cari amici, noi ce l’abbiamo messa tutta e ce l’abbiamo fatta! Abbiamo sconfitto la parte malsana della politica ipocrita e bugiarda e abbiamo sconfitto l’antipolitica vuota e priva di concretezza, quella che cerca solo di sfasciare tutto per ricostruire esattamente com’era prima e fatta di futile contestazione e con poche proposte reali.

Noi siamo la nuova politica, e abbiamo vinto con le nostre idee giuste, i nostri impegni concreti e la forza del nostro lavoro e della vostra fiducia in noi! La voglia di metterci a lavorare al servizio dei cittadini è grande e ci mettiamo la faccia, ci dedichiamo il nostro tempo e investiamo tutta la passione di cui ci vantiamo essere sani portatori.

Ma questo è solo il primo passo, adesso inizia la battaglia vera, in consiglio comunale per affermare il primato dei nostri progetti e del nostro impegno per Pozzuoli. Non ci illudiamo certo di avere la strada spianata, la politica, quella malsana, sarà sempre in agguato per ridurci al silenzio e all’inattività.

Il nostro spazio vitale si allargherà sempre di più grazie alla partecipazione di ognuno di noi al processo evolutivo di questa città. Noi siamo un gruppo che cresce grazie alle proposte che vengono dal basso. I contenuti e i modi diversi di proporli sono anch’essi punti di forza del nostro modo di fare politica.

Voglio ringraziare tutti quelli che mi hanno aiutato e che hanno creduto in me ed in NOI come squadra, grazie per essere stati al mio fianco soprattutto in un momento difficile per il nostro Paese dove ogni prospettiva sembra essere preclusa. Abbiamo vinto per un SOLO singolo voto, ricordiamolo sempre. Ricordiamolo ora perché ognuno di noi è determinante per cambiare il futuro della nostra città, ogni singola voce è importante. E ricordiamolo in futuro quando dovremo far capire che è arrivato il momento di dire basta a quella modalità di dare il proprio voto per compiacere, per ottenere un piccolo favore o semplicemente perché chi votiamo è amico di un amico o il solito parente sempre presente in ogni lista. Quel solo voto rischiava di tarpare le ali ad un sogno, ad un impegno e ad una voglia di aggregazione. Ricordiamolo sempre a chi avremo di fronte.

Vi chiedo dunque uno sforzo uguale e maggiore per continuare a crescere e affermarci, se siamo nel baratro lo dobbiamo ad una brutta politica, dura a morire e che si fa spazio insinuandosi nella miaseria dell’essere umano, e dobbiamo continuare a credere di avere la forza di cambiare il mondo iniziando a cambiare Pozzuoli! Dobbiamo avere la convinzione che può esistere una buona politica, una Politica con la ‘P’ maiuscola, rivolta al benesere collettivo nel rispetto del prossimo e con uno sguardo dritto al futuro.

Ora non ci sono scuse, ora è arrivato il momento di dire la nostra e questo sito attende le proposte di tutti.

Scrivete su questo blog, inviate le vostre e-mail, comunichiamo tramite Twitter  su @NikiDellaCorte e Facebook.

Io ci sono!

Niki

Share